Perché scompaiono? Che fine fanno? Quanti tornano a casa? Un tema complesso a cui hanno risposto Nunzia Brancati, dirigente dell’Anticrimine della Questura di Napoli, Fabrizio Peronaci, scrittore e giornalista del Corriere della Sera, l’avvocato Valentina De Giovanni e Marialucia Mennella, presidente dell’associazione Penelope Scomparsi Campania

Minori scomparsi: ogni anno in Italia si perde traccia di migliaia di bambini e di ragazzi. Perché scompaiono? Che fine fanno? Quanti tornano a casa? Sono domande a cui non è facile rispondere, ma ci hanno provato gli ospiti della puntata odierna di SonAir. Quando un minore scompare il primo riferimento della famiglia sono naturalmente le forze dell’ordine. Nella puntata di oggi è intervenuta Nunzia Brancati, dirigente della Divisione Anticrimine della Questura di Napoli, che si è soffermata sulle attività investigative poste in essere nelle ore immediatamente successive alla sparizione del minore. Si va dalla tempestiva segnalazione all’avvio di una vera e propria attività di indagine tesa al ritrovamento dello scomparso. Fondamentale è quindi la collaborazione delle famiglie alle quali è demandato il compito di fornire tutti i dettagli utili alla localizzazione del minore.

In studio è intervenuta Valentina De Giovanni, avvocato matrimonialista, che ha affrontato i casi, molto frequenti in Italia, in cui la scomparsa del minore matura nell’ambito della conflittualità insita nei rapporti tra genitori in via di separazione. Marialucia Mennella, presidente dell’associazione “Penelope Scomparsi Campania” ha raccontato la propria esperienza a supporto delle famiglie che vivono il dramma della scomparsa di un minore. Un aiuto, quello dell’associazione campana, che affianca il lavoro delle forze dell’ordine e contribuisce a risolvere casi di scomparsa.

In trasmissione è poi intervenuto Fabrizio Peronaci, scrittore e giornalista del Corriere della Sera. Negli ultimi decenni si è occupato di alcuni dei più eclatanti casi di scomparsa di minori in Italia, tra cui, appunto, il caso Orlandi.